Premio per lo sviluppo di progetti in coproduzione tra l’Italia e gli Stati Baltici | Italy for Movies
Nazionale

Premio per lo sviluppo di progetti in coproduzione tra l’Italia e gli Stati Baltici

Apertura sessioni:

  • 27.12.2021
  •    

Scadenza sessioni:

  • 20.01.2022 Chiuso
Salva
Condividi

Descrizione

Scopo del bando è il finanziamento di progetti di sviluppo di film di lungometraggio in coproduzione tra l'Italia e gli Stati Baltici (Lettonia, Estonia, Lituania).

Contatti dell'ente

Link al bando Stampa scheda

Scheda tecnica

Produzione

  • Coproduzione Italia - Paesi Baltici

Canale di distribuzione

  • Cinema

Fase filiera interessata

  • Sviluppo

Budget

  • €30.000 (MiBAC: €15.000 - EFI/NFCL/LFC: €15.000)

Prodotti eleggibili

  • Lungometraggio
  • Documentario
  • Animazione

Beneficiari

  • Società di produzione italiana
  • Società di produzione europea
  • Società di produzione di uno dei Paesi Baltici

Contributo minimo

€10.000

Contributo massimo

€30.000

Tipologia contributo

  • Fondo perduto

Requisiti

Le opere devono prevedere almeno un produttore con sede legale in Italia e un produttore con sede legale in uno degli Stati Baltici (Estonia, Lituania, Lettonia).

È ammissibile la partecipazione di paesi terzi purché in quota minoritaria rispetto alla partecipazione di Italia e Stati Baltici.

Gli apporti minimi del co-produttore italiano e del co-produttore baltico, incluso il contributo diretto e quello derivante da altre fonti, non possono essere inferiori, per ciascuno, al 20% del costo di sviluppo.

In caso di co-sviluppo multilaterale (con la partecipazione di uno o più Stati Baltici o di altro paese), l'apporto minimo del coproduttore minoritario non può scendere al di sotto del 10%.

La richiesta di contributo è presentata dal coproduttore maggioritario all'Istituzione del paese dove è fisicamente residente. In caso di coproduzione paritaria e qualora i diritti di elaborazione a carattere creativo sui materiali artistici siano stati ceduti a entrambi i coproduttori, la richiesta è presentata alla DGCA nel caso in cui il regista è residente in Italia oppure, qualora il regista non fosse stato designato dai coproduttori, nel caso in cui l'autore della sceneggiatura è residente in Italia.

Le richieste di contributo alla DGCA possono essere presentate da società di produzione, anche in forma associata, che:

  • hanno sede legale o unità operativa nello Spazio Economico Europeo;
  • sono fisicamente residenti in Italia al momento dell'erogazione del contributo;
  • non sono qualificabili come imprese non europee;
  • sono qualificabili come produttori indipendenti;
  • operare con il codice Ateco 59.11;
  • sono in possesso, in virtù di contratti o opzioni di acquisto, dei diritti di elaborazione a carattere creativo sulla sceneggiatura, il soggetto, il trattamento o altro materiale artistico finalizzati alla realizzazione dell’opera cinematografica.

Erogazione

Il pagamento sarà effettuato, a seconda del contributo assegnato, in due o in un’unica tranche.

Note

La domanda, completa di tutta la documentazione prevista, è inviata all'indirizzo PEC dg-ca.bandi-cosviluppo@mailcert.beniculturali.it e all'indirizzo email laura.salerno@beniculturali.it, specificando dell'oggetto, il nome del progetto e la società di produzione italiana che fa domanda.

Bandi in evidenza

Tutti i bandi

News correlate

Tutte le news