ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Contributi selettivi per la produzione — Legge 220/2016 | Italy for Movies
Nazionale

Contributi selettivi per la produzione — Legge 220/2016

Apertura sessioni:

  • 08.03.2022
  • 07.06.2022
  • 06.09.2022

Scadenza sessioni:

  • 29.03.2022
  • 28.06.2022 Chiuso
  • 27.09.2022
Salva
Condividi

Descrizione

La legge 220 del 14 novembre 2016 “Disciplina del cinema e dell’audiovisivo” istituisce il “Fondo per il cinema e l’audiovisivo” destinato al finanziamento di credito di imposta, contributi automatici e contributi selettivi.
I contributi selettivi vengono concessi dal Ministero della Cultura per scrittura di sceneggiature, sviluppo e pre-produzione e produzione di opere audiovisive.

Le risorse destinate per la produzione di opere cinematografiche e audiovisive, di animazione, documentario, cortometraggio e videoclip sono pari a € 38.100.000 e così ripartite:

  • opere cinematografiche di lungometraggio di giovani autori, incluse opere di formazione e ricerca: € 6.000.000, suddivisi in tre sessioni di €2.000.000 (numero massimo di 7 opere ammesse a contributo per sessione, di cui almeno 2 riservata a imprese di nuova costituzione);
  • opere cinematografiche di lungometraggio prime e seconde, incluse opere di formazione e ricerca: € 6.900.000, suddivisi in tre sessioni di €2.300.000 ciascuna (numero massimo di 7 opere ammesse a contributo per sessione, di cui almeno 2 riservate a reti di imprese e imprese di nuova costituzione);
  • documentari e cortometraggi cinematografici, televisivi e web solo se diffusi tramite fornitori di servizi media audiovisivi su altri mezzi: € 3.300.000, suddivisi in tre sessioni di €1.100.000 ciascuna; il 15% di tali importi è riservato reti di imprese e imprese di nuova costituzione;
  • opere d'animazione cinematografiche, televisive e web: €4.800.000, suddivisi in tre sessioni di €1.600.000 ciascuna, di cui il 20% (€320.000) riservato a reti di imprese e imprese di nuova costituzione;
  • opere cinematografiche di lungometraggio di particolare qualità artistica, film difficili con risorse finanziarie modeste e opere di formazione e ricerca: €17.100.000, suddivisi in tre sessioni di €5.700.000 (numero massimo di 12 opere ammesse a contributo per sessione, di cui almeno 2 riservate a film difficili e a reti di imprese e imprese di nuova costituzione).

Contatti dell'ente

Link al bando Stampa scheda

Scheda tecnica

Produzione

  • Film italiano o coproduzione

Canale di distribuzione

  • Cinema
  • Televisione
  • Web

Fase filiera interessata

  • Produzione

Budget

  • €38.100.000

Prodotti eleggibili

  • Lungometraggio
  • Cortometraggio
  • Fiction TV
  • Documentario
  • Animazione
  • Prodotto web

Beneficiari

  • Imprese cinematografiche e audiovisive italiane, anche in forma associata o in coproduzione, compartecipazione o produzione internazionale

Contributo massimo

L’entità del contributo è determinata dagli esperti sulla base del punteggio assegnato al progetto, tenuto conto del costo ammissibile e del piano finanziario del progetto medesimo.

  • €1.000.000 per le opere di animazione, di giovani autori e opere prime e seconde;
  • €1.300.000 per le opere di particolare qualità artistica.

Quota massima sui costi

50% dei costi ammissibili

Tipologia contributo

  • Fondo perduto

Requisiti

  • Obbligo di richiesta di nazionalità italiana

L' opera deve rispettare i seguenti parametri finanziari:

  • per la produzione di opere cinematografiche prime e seconde o di giovani autori il costo massimo ammissibile deve essere inferiore a €4.000.000, ridotto a euro 1.500.000 per le opere di ricerca e formazione, dichiarato a preventivo e verificato a consuntivo, e l’incidenza dei costi sopra la linea, riferiti cioè ai compensi per il regista, per gli autori del soggetto e della sceneggiatura e per gli attori principali, non deve essere superiore al 25% del costo di produzione;
  • per la produzione di documentari e cortometraggi il costo massimo ammissibile deve essere inferiore rispettivamente a €1.000.000 e €200.000, dichiarato a preventivo e verificato a consuntivo;
  • per la produzione di opere cinematografiche difficili realizzate con modeste risorse finanziarie e opere di formazione e ricerca, il costo massimo ammissibile deve essere inferiore a €1.500.000, dichiarato a preventivo e verificato a consuntivo;
  • per la produzione di opere cinematografiche di particolare qualità artistica, il costo massimo ammissibile deve essere inferiore a €4.000.000, dichiarato a preventivo e verificato a consuntivo, e l’incidenza dei costi sopra la linea, riferiti cioè ai compensi per il regista, per gli autori del soggetto e della sceneggiatura e per gli attori principali, non deve essere superiore al 30% del costo di produzione. In deroga, per ciascuna sessione, è possibile finanziare al massimo 2 opere di straordinaria qualità artistica, aventi un costo complessivo superiore a €4.000.000, legate a temi culturali, fatti storici, eventi, luoghi o personaggi che caratterizzano l’identità nazionale.
  • In caso di coproduzioni internazionali o di compartecipazioni internazionali, le imprese di produzione italiane detengono una quota dei diritti sull’opera non inferiore al 20% (ridotta al 10% con coinvolgimento di imprese di più di due Paesi), mentre i limiti al costo complessivo del film si riferiscono alle sole imprese italiane.
  • Il 100% dell'importo ricevuto deve essere speso sul territorio italiano.

Erogazione

Il contributo è erogato con le modalità di seguito indicate:

  • il beneficiario, non prima di 60 giorni dall’inizio delle riprese e comunque entro 12 mesi dalla data del decreto di approvazione della graduatoria, può richiedere un acconto del 60% del contributo assegnato;
  • la DGCA eroga l’acconto entro 90 giorni; A pena di decadenza dell’intero contributo assegnato, entro 30 giorni dall’erogazione dell’acconto, il beneficiario presenta quietanza di pagamento del compenso agli autori del soggetto e della sceneggiatura;
  • entro 24 mesi dalla data di approvazione della graduatoria, elevati a 36 mesi per le opere di animazione, a pena di decadenza dell’intero contributo assegnato, l’impresa beneficiaria presenta alla DGCA, tramite la piattaforma DGCOL, la richiesta definitiva del contributo e la richiesta definitiva di riconoscimento della nazionalità italiana; 
  • effettuate le verifiche, la DGCA, entro 90 giorni, eroga il saldo del contributo;
  • in alternativa a quanto previsto, il beneficiario può richiedere l’erogazione dell’intero contributo concesso presentando la richiesta definitiva di liquidazione del contributo entro 12 mesi dalla data del decreto di approvazione della graduatoria.

Note

La richiesta di contributo deve essere presentata online utilizzando la piattaforma DGCOL.

Bandi in evidenza

Tutti i bandi

News correlate

Tutte le news