ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Il mestiere delle armi | Italy for Movies
cineturismo, location, cinema, turismo, film tourism, movie tour, mestiere della armi, Profession of Arms, Ermanno Olmi, Giovanni, Bande Nere, lanzichenecchi, papa, imperatore, emperor, pope, Medici, Sant'Andrea, Mantova, Mantua, Bulgaria, Castello di Ferrara, Ferrara Castle, Castello, Castle, Ferrara, Rocca, Sforzesca, sforza, Soncino, Palazzo Ducale, Ducal Palace,  Cortile della Cavallerizza, Casa Andreasi, Beata Osanna, Palazzo Barbò, grottesche, grotesques , cannoni, cannon

Il mestiere delle armi

Genere

Film storico

Cast

Christo Jivkov, Sergio Grammatico, Dessy Tenekedijeva, Sandra Ceccarelli, Sasa Vulicevic, Fabio Giubbani, Aldo Toscano, Dimitar Ratchkov, Maurizio Zacchigna, Michele Zattara, Paolo Magagna, Giancarlo Belelli, Nikolaus Moras, Paolo Roversi, Claudio Tombini, Franco Palmieri , Vittorio Corcelli, Francesca Lonardelli

Regia

Ermanno Olmi

Il mestiere delle armi

Genere

Film storico

Cast

Christo Jivkov, Sergio Grammatico, Dessy Tenekedijeva, Sandra Ceccarelli, Sasa Vulicevic, Fabio Giubb

Regia

Ermanno Olmi
Salva
Condividi

I luoghi

Girato in parte degli esterni in Bulgaria, il film mostra, nelle scene iniziali e finali, la stessa location, ovvero la Basilica di Sant’Andrea a Mantova dove viene esposto il corpo di Giovanni delle Bande Nere. Il mestiere delle armi racconta la lotta impari tra le truppe di Giovanni in difesa di Roma e l’armata imperiale guidata da Georg von Frundsberg, dotata di alcuni esemplari di un nuovissimo cannone (uno di questi ferirà mortalmente Giovanni) ricevuti dal duca Alfonso I d'Este nel Castello di Ferrara.

Il marchese di Mantova Federico II Gonzaga è intenzionato ad evitare la guerra sui suoi territori, per questa ragione lascia transitare i lanzichenecchi attraverso la porta fortificata di Curtatone, che è in realtà quella della Rocca Sforzesca di Soncino (CR), la stessa da cui poco dopo sarà negato l’accesso alle truppe pontificie. La residenza di Federico II è invece il Palazzo Ducale di Mantova, nel cui Cortile della Cavallerizza Giovanni ferito sogna di partecipare ad una giostra. Sempre a Mantova, nell’antica contrada del Cervo, la Casa della Beata Osanna Andreasi è la dimora della sua amante.

Dopo il ferimento, Giovanni viene trasportato a Mantova nel palazzo di proprietà di Aloisio Gonzaga, che altri non è che Palazzo Barbò a Torre Pallavicina (BG), dove, in una sontuosa sala affrescata a grottesche, viene allestito il suo capezzale.

I luoghi

Girato in parte degli esterni in Bulgaria, il film mostra, nelle scene iniziali e finali, la stessa location, ovvero la Basilica di Sant’Andrea a Mantova dove viene esposto il corpo di Giovanni delle Bande Nere. Il mestiere delle armi racconta la lotta impari tra le truppe di Giovanni in difesa di Roma e l’armata imperiale guidata da Georg von Frundsberg, dotata di alcuni esemplari di un nuovissimo cannone (uno di questi ferirà mortalmente Giovanni) ricevuti dal duca Alfonso I d'Este nel Castello di Ferrara.

Il marchese di Mantova Federico II Gonzaga è intenzionato ad evitare la guerra sui suoi territori, per questa ragione lascia transitare i lanzichenecchi attraverso la porta fortificata di Curtatone, che è in realtà quella della Rocca Sforzesca di Soncino (CR), la stessa da cui poco dopo sarà negato l’accesso alle truppe pontificie. La residenza di Federico II è invece il Palazzo Ducale di Mantova, nel cui Cortile della Cavallerizza Giovanni ferito sogna di partecipare ad una giostra. Sempre a Mantova, nell’antica contrada del Cervo, la Casa della Beata Osanna Andreasi è la dimora della sua amante.

Dopo il ferimento, Giovanni viene trasportato a Mantova nel palazzo di proprietà di Aloisio Gonzaga, che altri non è che Palazzo Barbò a Torre Pallavicina (BG), dove, in una sontuosa sala affrescata a grottesche, viene allestito il suo capezzale.

Sfoglia la gallery

Scheda tecnica

Genere
Film storico
Regia
Ermanno Olmi
Cast
Christo Jivkov, Sergio Grammatico, Dessy Tenekedijeva, Sandra Ceccarelli, Sasa Vulicevic, Fabio Giubbani, Aldo Toscano, Dimitar Ratchkov, Maurizio Zacchigna, Michele Zattara, Paolo Magagna, Giancarlo Belelli, Nikolaus Moras, Paolo Roversi, Claudio Tombini, Franco Palmieri , Vittorio Corcelli, Francesca Lonardelli
Paese di produzione
Italia, Francia, Germania
Anno
2000
Anno di ambientazione
1526
Produzione

Cinemaundici, Rai Cinema, StudioCanal, KirchMedia

Premi
David di Donatello 2002: Miglior film – Miglior regista a Ermanno Olmi – Migliore sceneggiatura a Ermanno Olmi – Miglior produttore a Luigi Musini, Roberto Cicutto, Ermanno Olmi – Miglior fotografia a Fabio Olmi – Miglior colonna sonora a Fabio Vacchi – Migliore scenografia a Luigi Marchione – Migliori costumi a Francesca Sartori – Miglior montaggio a Paolo Cottignola / Nastro d'argento 2001: Migliore fotografia a Fabio Olmi – Migliore scenografia a Luigi Marchione – Migliori costumi a Francesca Sartori / Globo d'oro 2001: Miglior film a Ermanno Olmi – Miglior fotografia a Fabio Olmi
Trama

Gli ultimi giorni di vita di Giovanni dalle Bande Nere che, deciso a fermare un'armata imperiale di lanzichenecchi luterani scesi in Italia per saccheggiare Roma, viene ferito gravemente da un colpo di cannone a San Nicolò Po e muore poco tempo dopo a Mantova.

Le location

Castello Estense – Ferrara
Regione: Emilia-Romagna Tipologia: Castello Territorio: centro storico

Scopri le opere girate negli stessi luoghi

Tutte le opere
Lei mi parla ancora
Film drammatico
Regia: Pupi Avati
Ossessione
Film drammatico
Regia: Luchino Visconti

News correlate

Tutte le news