ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Si rinnova il premio di co-sviluppo... | Italy for Movies
Premio di co-sviluppo, cosviluppo, stati baltici, Coproduzione Italia Stati Baltici, paesi baltici, Coproduzione Italia paesi Baltici, direzione cinema, direzione generale cinema, coproduzioni internazionali
Condividi

Si rinnova il premio di co-sviluppo Italia-Stati Baltici

07-01-2022

Si rinnova, per la IV edizione, il Premio per lo sviluppo di progetti in coproduzione tra l’Italia e gli Stati Baltici, con un budget complessivo di 30mila euro, di cui 15mila messi a disposizione dalla DGCA – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MiC e i restanti 15mila provenienti dall’EFI (Estonian Film Institute), dal NFCL (National Film Centre of Latvia) e dal LFC (Lithuania Film Centre).

Per poter essere ammessi al premio, le opere devono prevedere almeno un produttore con sede legale in Italia e un produttore con sede legale in uno degli Stati Baltici (Estonia, Lituania, Lettonia). È tuttavia ammissibile la partecipazione di paesi terzi purché in quota minoritaria rispetto alla partecipazione di Italia e Stati Baltici.

Gli apporti minimi del co-produttore italiano e del co-produttore baltico non possono essere inferiori, per ciascuno, al 20% del costo di sviluppo. In caso di co-sviluppo multilaterale (con la partecipazione di uno o più Stati Baltici o di altro paese), l'apporto minimo del coproduttore minoritario non può scendere al di sotto del 10%.

La richiesta di contributo è presentata dal coproduttore maggioritario all'Istituzione del paese dove è fisicamente residente. In caso di coproduzione paritaria e qualora i diritti di elaborazione a carattere creativo sui materiali artistici siano stati ceduti a entrambi i coproduttori, la richiesta è presentata alla DGCA nel caso in cui il regista è residente in Italia oppure, qualora il regista non fosse stato designato dai coproduttori, nel caso in cui l'autore della sceneggiatura è residente in Italia.

Le richieste di contributo alla DGCA possono essere presentate da società di produzione indipendente, anche in forma associata, che abbiano sede legale o unità operativa nello Spazio Economico Europeo e siano fisicamente residenti in Italia al momento dell'erogazione del contributo. Devono inoltre essere in possesso, in virtù di contratti o opzioni di acquisto, dei diritti di elaborazione a carattere creativo sulla sceneggiatura, il soggetto, il trattamento o altro materiale artistico finalizzati alla realizzazione dell’opera cinematografica.

Le società interessate a partecipare al bando hanno tempo fino al 20 gennaio 2022.

Consulta la nostra scheda sintetica

(Mo.Sa)