ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Rocco Schiavone | Italy for Movies
cineturismo, location, cinema, turismo, film tourism, movie tour

Rocco Schiavone

Genere

Serie tv - 2 stagioni per 10 episodi

Cast

Marco Giallini, Ernesto D'Argenio, Claudia Vismarai, Isabella Ragonese, Francesca Cavallin, Marina Cappellini, Massimiliano Caprara, Christian Ginepro, Fabio La Fata, Gino Nardella, Massimo Olcese, Filippo Dini, Massimo Reale, Francesco Acquaroli, Anna Ferzetti, Tullio Sorrentino, Mirko Frezza

Regia

Michele Soavi (s.1) Giulio Manfredonia (s.2)

Rocco Schiavone

Genere

Serie tv - 2 stagioni per 10 episodi

Cast

Marco Giallini, Ernesto D'Argenio, Claudia Vismarai, Isabella Ragonese, Francesca Cavallin, Mari

Regia

Michele Soavi (s.1) Giulio Manfredonia (s.2)
Salva
Condividi

I luoghi

Ad Aosta Rocco Schiavone non sta bene. I suoi amici, praticamente la sua famiglia, sono a Roma, dove c’è il sole e fa caldo. Invece lassù, in mezzo alle montagne, il clima è sempre grigio, piove e nevica, anche se lui si ostina a voler indossare un loden verde e un paio di Clarks perennemente bagnate. È come se il clima riflettesse lo stato d’animo del vicequestore e gli rendesse ostico questo territorio che in realtà è bellissimo e, a modo suo, caloroso. Le brevi incursioni nella capitale non riescono a colmare un disagio che ha un’origine più profonda. Ci viene svelata episodio dopo episodio, negli unici due rifugi in cui Schiavone si concede di raffrontarsi con la sua “coscienza”: il proprio appartamento, gli esterni sono quelli del seicentesco Palazzo Ansermin, e il Teatro Romano. Altra postazione nei momenti di relax è il tavolino di uno storico caffè sotto il porticato del municipio in Piazza Chanoux.
Nello svolgersi delle trame dei vari episodi conosciamo altri luoghi della città e della Valle, tra efferati crimini e brillanti risoluzioni. L’assassinio di un uomo conduce Schiavone lungo "La pista nera", a Champoluc nella Val d’Ayas. Un apparente suicidio ci fa conoscere il chiostro della Collegiata di Sant’Orso, ad Aosta, dove il vicequestore ha un incontro chiarificatore con l’assassino di turno davanti agli occhi del suo padre spirituale. Uno dei due casi del terzo episodio ha origine presso il monumentale cimitero di Sant’Orso, l’altro tra una spedizione di architetti che ha deciso di scalare la vetta del Polluce, oltre 4.000 metri, sul Massiccio del Monte Rosa. Il Criptoportico Forense è luogo di aggiornamento con colleghi e superiori.
Vediamo Schiavone, nel bel mezzo di una delicata indagine sul rapimento di una ragazzina, prendere la telecabina che da Aosta conduce direttamente a Pila, località sciistica del comune di Gressan, dove gli amici romani sono in vacanza.

I luoghi

Ad Aosta Rocco Schiavone non sta bene. I suoi amici, praticamente la sua famiglia, sono a Roma, dove c’è il sole e fa caldo. Invece lassù, in mezzo alle montagne, il clima è sempre grigio, piove e nevica, anche se lui si ostina a voler indossare un loden verde e un paio di Clarks perennemente bagnate. È come se il clima riflettesse lo stato d’animo del vicequestore e gli rendesse ostico questo territorio che in realtà è bellissimo e, a modo suo, caloroso. Le brevi incursioni nella capitale non riescono a colmare un disagio che ha un’origine più profonda. Ci viene svelata episodio dopo episodio, negli unici due rifugi in cui Schiavone si concede di raffrontarsi con la sua “coscienza”: il proprio appartamento, gli esterni sono quelli del seicentesco Palazzo Ansermin, e il Teatro Romano. Altra postazione nei momenti di relax è il tavolino di uno storico caffè sotto il porticato del municipio in Piazza Chanoux.
Nello svolgersi delle trame dei vari episodi conosciamo altri luoghi della città e della Valle, tra efferati crimini e brillanti risoluzioni. L’assassinio di un uomo conduce Schiavone lungo "La pista nera", a Champoluc nella Val d’Ayas. Un apparente suicidio ci fa conoscere il chiostro della Collegiata di Sant’Orso, ad Aosta, dove il vicequestore ha un incontro chiarificatore con l’assassino di turno davanti agli occhi del suo padre spirituale. Uno dei due casi del terzo episodio ha origine presso il monumentale cimitero di Sant’Orso, l’altro tra una spedizione di architetti che ha deciso di scalare la vetta del Polluce, oltre 4.000 metri, sul Massiccio del Monte Rosa. Il Criptoportico Forense è luogo di aggiornamento con colleghi e superiori.
Vediamo Schiavone, nel bel mezzo di una delicata indagine sul rapimento di una ragazzina, prendere la telecabina che da Aosta conduce direttamente a Pila, località sciistica del comune di Gressan, dove gli amici romani sono in vacanza.

Sfoglia la gallery

Scheda tecnica

Genere
Serie tv - 2 stagioni per 10 episodi
Regia
Michele Soavi (s.1) Giulio Manfredonia (s.2)
Cast
Marco Giallini, Ernesto D'Argenio, Claudia Vismarai, Isabella Ragonese, Francesca Cavallin, Marina Cappellini, Massimiliano Caprara, Christian Ginepro, Fabio La Fata, Gino Nardella, Massimo Olcese, Filippo Dini, Massimo Reale, Francesco Acquaroli, Anna Ferzetti, Tullio Sorrentino, Mirko Frezza
Paese di produzione
Italia
Anno
2016 -
Produzione

Cross Production, Rai Fiction

Trama

Rocco Schiavone è un vicequestore in forza alla Polizia di Stato trasferito ad Aosta per motivi disciplinari il cui grande talento contrasta con i suoi modi burberi e i metodi poco ortodossi.

Le location

Chiostro di Sant'Orso - Aosta
Regione: Valle d'Aosta Tipologia: Chiostro Territorio: centro storico
Criptoportico forense
Regione: Valle d'Aosta Tipologia: Sito archeologico Territorio: centro storico
Piazza Chanoux
Regione: Valle d'Aosta Tipologia: Piazza Territorio: centro storico
Teatro romano - Aosta
Regione: Valle d'Aosta Tipologia: Anfiteatro Territorio: centro storico, città
Aosta
Regione: Valle d'Aosta Tipologia: Città Territorio: città, montagna

Scopri le opere girate negli stessi luoghi

Tutte le opere
Avengers: Age of Ultron
Film azione
Regia: Joss Whedon

News correlate

Tutte le news