Nelle sale in India ‘Radhe Shyam... | Italy for Movies
Radhe Shyam, India, Bollywood, kolossal indiano, blockbuster indiano, Prabhas, Pooja Hedge, Film Commission, Torino, Turin, Piemonte, Piedmont, Valle D'Aosta, Aosta Valley, Reggia di Venaria, Parco del Valentino, Pian del Frais, Chiomonte, Ceres, Museo Ferroviario Piemontese, Savigliano, Beatrice Borgia, FCTP, Petosan, La Thuile,  Breuil Cervinia, Plan Maison, Lago Blu, Sant’Orso, Cogne, Vallée d’Aoste, mar Ligure, Toscana, Tuscany, Roma, Rome, Italy for Movies
Condividi

Nelle sale in India ‘Radhe Shyam’, primo kolossal bollywoodiano girato interamente in Italia

14-03-2022

Esce in 5.000 sale in India e, successivamente, in altri 500 cinema nel resto del mondo – in particolare USA, Canada, UK, Cina, Giappone, Indonesia e Australia – Radhe Shyam, kolossal indiano interamente ambientato in Italia.

Prodotto da UV Creations e T-Series Film con la produzione esecutiva di Ivano Fucci per ODU Movies srl. - Radhe Shyam ha come protagonisti Prabhas e Pooja Hedge. Le due star bollywoodiane sono al centro di una love story ambientata negli anni Settanta.

Realizzato a ottobre 2020 il film ha ricevuto, tra gli altri, il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, per le scene girate in regione e soprattutto a Torino (le pochissime scene ambientate a Londra sono comunque realizzate nel capoluogo piemontese). Sono tantissimi infatti i luoghi del torinese coinvolti nelle riprese: il parco del Valentino, piazza Castello, l’Accademia delle Scienze, Palazzo Civico a piazza Palazzo di Città, Palazzo Carignano, Palazzo Madama, Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Galleria Subalpina, il ristorante Al Cambio. Altre scene sono state realizzate anche alla Reggia di Venaria a Pian del Frais di Chiomonte, alla Stazione Ferroviaria di Ceres grazie a GTT, al Museo Ferroviario Piemontese grazie al Comune di Savigliano.

Radhe Shyam è un progetto che evidenzia al meglio il legame tra audiovisivo e turismo e che ha un potenziale promozionale unico per il territorio piemontese, grazie soprattutto alla grande notorietà dei suoi protagonisti – ha commentato Beatrice Borgia presidente di FCTP –. Da sempre il cinema contribuisce alla costruzione di un immaginario capace di incidere sul turismo: siamo certi che questo film potrà portare importanti benefici in tal senso e, inoltre, attrarre in Piemonte altre importanti produzioni asiatiche”.

Anche la Valle d’Aosta ha avuto un ruolo importante: ha infatti ospitato la produzione presso La Thuile in località di Petosan, a Breuil Cervinia, sia a Plan Maison (raggiunta con elicotteri) che al Lago Blu, e sul prato di Sant’Orso a Cogne con il sostegno logistico di Film Commission Vallée d’Aoste in entrambe le fasi di preparazione e riprese. La direttrice Alessandra Miletto ha ricordato il legame tra la regione e Bollywood “dal 2011 ad oggi questo è infatti il decimo film indiano che si gira in valle”.

Le riprese – a cui hanno lavorato complessivamente circa 1.000 professionisti in tutta Italia – hanno coinvolto anche il mare della Liguria, la Toscana e Roma, tra il Parco del Colosseo e il Parco degli Acquedotti, grazie al sostegno delle film commission locali.

I 3 videoclip con al centro le location italiane – realizzati in varie lingue: hindi, telogu, tamil, kannada, malayalam – hanno raggiunto complessivamente un totale di circa 150 milioni di visualizzazioni.

 (Mo.Sa)

News correlate

Tutte le news