ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Videogiochi: nazionalità italiana ... | Italy for Movies
videogiochi, legge cinema, nazionalità italiana opere
Condividi

Videogiochi: nazionalità italiana provvisoria a 15 opere

23-02-2022

Sono 15 i nuovi videogiochi che ricevono il riconoscimento della nazionalità italiana provvisoria, necessaria alla richiesta di tax credit, tramite decreto direttoriale del 17 febbraio, che segue le disposizioni degli articoli 5 e 6 della Legge Cinema (L. 220/2016), in tema di “Nazionalità italiana delle opere”, secondo cui la nazionalità viene riconosciuta in via provvisoria a opere non ancora realizzate, e in via definitiva alle opere realizzate.

Ottengono il riconoscimento “Project Clockwork” di Cordens Interactive Srl, “Eternal memories” di Glem Multimedia Srl, “Vorax” di Indiegala Srl, “Bud Spencer&Terence Hill – Slaps and beans 2” di Trinit Team Srl, “Football Mania” di Lk Lab di Lagorio F., “Alone together” di Tiny bull Studios Srl, “The hero is back” di Whitesock Srl, “Aftermath” di Centounopercento Srl, “Venetiae” di Retebottega Srl, “Il sogno di Aristotele” di Monade Srl, “Venetia 1.100 A.D.” di Digital Tales Srl e Just Funny Games Srl, “Linia Super” di Nexent Srl, “300 miles” di Lka Srl, “Daymare: 1994 Sandcastle” di Invader Studios Srl e “Soulstice” di Forge Reply Srl.

La richiesta in via provvisoria deve precedere qualsiasi richiesta di contributo o riconoscimento, e deve essere fatta almeno un giorno prima dell’inizio delle riprese o della lavorazione dell’opera. I provvedimenti di riconoscimento in via provvisoria sono adottati, entro sessanta giorni dalla data di ricezione dell’istanza, dal Direttore della Direzione generale Cinema e Audiovisivo. Al completamento dell’opera, le imprese presentano istanza di riconoscimento in via definitiva. Entro sessanta giorni dalla presentazione dell’istanza, il Direttore Generale adotta il provvedimento di riconoscimento in via definitiva.

(Car.Di)