ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator In La Befana vien di notte 2, la st... | Italy for Movies
la befana vien di notte, Monica Bellucci, Zoe Massenti, Paola Randi, lucky red, Rai Cinema, Orvieto, Orvieto Underground, Todi, Villa Aldobrandini, Villa Parisi, Castelli romani, bosco di Macchia Grande, Manziana, faggeta di Soriano nel Cimino, cascate di Chia, Tuscia
Condividi

In La Befana vien di notte 2, la strega buona è Monica Bellucci e vive nella faggeta di Soriano nel Cimino

20-12-2021

Come è nata la leggenda della strega buona che porta i doni ai bimbi? Lo racconta Paola Randi in La Befana vien di notte 2 - Le origini, prodotto da Lucky Red e Rai Cinema. Dolores, una potentissima strega buona che ha il volto di Monica Bellucci e che dedica la sua vita ai bambini, interviene per salvare Paola (Zoe Massenti), una ragazzina di strada, truffaldina e sempre a caccia di guai da un rogo già acceso. Siamo nel XVIII secolo e la giovane ha inavvertitamente intralciato i piani del terribile Barone De Michelis (Fabio De Luigi), un omuncolo gobbo che odia le streghe.

L’ambientazione di questa storia ha coinvolto borghi storici e zone naturalistiche di Umbria e Lazio. Per l’Umbria sono stati allestiti set alle grotte di Orvieto Underground, e nella cittadina di Todi. Nel Lazio sono state principalmente due le scelte della produzione: nella zona dei Castelli Romani, le riprese hanno coinvolto Villa Aldobrandini, imponente struttura risalente all’inizio XVII secolo che sovrasta Frascati, e Villa Parisi, un edificio dello stesso periodo che si trova a Monte Porzio Catone; le ambientazioni più naturali sono state ricreate invece tra il bosco di Macchia Grande a Manziana e la faggeta di Soriano nel Cimino e le cascate di Chia nella Tuscia. La casa della strega buona Dolores è ricostruita nella faggeta attorno ad un albero che nasconde un segreto: il suo laboratorio alchemico.

(Mo.Sa)

News correlate

Tutte le news