ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Alle Giornate del cinema di Sorrent... | Italy for Movies
giornate del cinema, giornate professionali del cinema, Sorrento, cinema a Sorrento, Film Commission, Cinema e territorio, un legame più forte con le sale, Maria Giuseppina Troccoli, Mariella Troccoli, Mario Lorini, Anec, Cristina Priarone, Nevina Satta, Antonio Parente, Fabio Abbagnato, Bruno Zambardino, Italy for Movies, App On Casting, Silvia Paonessa
Condividi

Alle Giornate del cinema di Sorrento si parla del rapporto tra film commission e esercenti

02-12-2021

Nel corso delle Giornate professionali del cinema che si tengono a Sorrento dal 29 novembre al 2 dicembre, si è tenuto un panel dal titolo “Film Commission, cinema e territorio: un legame più forte con le sale” in cui si è dibattuto su come migliorare la comunicazione tra film commission ed esercenti.

Maria Giuseppina Troccoli della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MiC ha introdotto l’argomento dal punto di vista legislativo ricordando come la legge Cinema (220/2016) abbia riconosciuto un ruolo alle film commission e quali siano i loro compiti, mentre Mario Lorini, presidente dell'Anec, ha ribadito la necessità di fare sistema.

Gli interventi dei rappresentanti delle film commission si sono focalizzati sulla necessità di sostenere il settore e sulle criticità contingenti e strutturali. Cristina Priarone, presidente di Italian Film Commissions e direttore generale di Roma Lazio Film Commission, ha parlato di sostegno al settore in modo strategico anche attraverso il turismo, la creatività, lo sviluppo tecnologico, e di come tutto questo sia da intendersi in stretta correlazione con il territorio.

Il futuro delle sale in ottica green, attraverso un efficientamento energetico, è la priorità di Sardegna Film Commission che ha parlato per tramite del suo direttore Nevina Satta: lo sforzo è quello di evitare la chiusura delle sale e di potenziarle come luogo di aggregazione a prescindere dalla densità di popolazione della comunità in cui il cinema è presente.

Lo scorso 30 ottobre in Puglia è stato deliberato "un piano di azione che prevede la reintroduzione di un theatrical fund per supportare il singolo esercente", ha spiegato Antonio Parente, direttore di Apulia Film Commission.

Accanto alle buone pratiche le film commission hanno segnalato anche alcune criticità, come le appena 83 sale rimaste aperte in Campania, “un minimo storico” ha sottolineato Maurizio Gemma, direttore di Film Commission Regione Campania, secondo il quale la priorità è portare il pubblico in sala, in particolare i giovani che guardano i film sui tablet.

Il concetto è stato ribadito anche da Fabio Abbagnato, responsabile di Emilia Romagna Film Commission, che per ovviare alla crisi strutturale del cinema ritiene importante fidelizzare il pubblico sin dalla fase di produzione del film ed allargando la platea, portando in sala anche le serie tv sui territori dove sono state girate.

Durante il panel Bruno Zambardino ha parlato anche del portale Italy for Movies, completamente rinnovato nella grafica e nelle funzionalità, e della sua app che, dotati di mappe e di un efficace motore di ricerca, è un valido strumento al servizio di addetti ai lavori e spettatori per orientarsi nel mondo del cinema e delle serie tv.

A chiusura del panel Silvia Paonessa ha parlato di App On Casting, piattaforma nata nel 2019 per la selezione degli artisti anche al servizio delle film commission.

 (Mo.Sa.)

News correlate

Tutte le news