Strappare lungo i bordi, la serie a... | Italy for Movies
Zerocalcare, Strappare lungo i bordi, Tear Along The Dotted Line, serie Animata, Netflix, Michele Rech, Doghead Animation, Doghead, Cascine, Firenze, Florence, armadillo, Valerio Mastandrea, Movimenti Production, Bao Publishing, Rebibbia, Biella,
Condividi

Strappare lungo i bordi, la serie animata di Zerocalcare, nasce alla Manifattura Tabacchi di Firenze

22-11-2021

È nata a Firenze Strappare lungo i bordi, la serie animata Netflix in sei episodi ideata da Michele Rech, meglio conosciuto come Zerocalcare. Più precisamente è stata creata allo studio Doghead Animation, società milanese che si occupa di cinema d'animazione, che ha sede alle Cascine presso la Manifattura Tabacchi. Lo studio è artefice di tante opere, da Topo Gigio, rianimato per Rai Yoyo, agli inserti di animazione presenti nell’ultimo film di Checco Zalone Tolo Tolo. Per Strappare lungo i bordi Doghead ha organizzando un team di 100 persone in smart working durante il lockdown.

Con estrema ironia e il sarcasmo che contraddistingue tutti i suoi lavori, Zero racconta in prima persona la sua vita nel quartiere romano di Rebibbia, a partire dal periodo delle medie, quando proprio nell’ambiente scolastico iniziano a vacillare le sue certezze, fino alla soglia dei trent’anni. Nel mezzo ci sono i turbinii e gli amori adolescenziali, la ricerca del lavoro, l’amicizia con Alice, che è anche il legame di una vita, ed un viaggio verso Biella che Zero e i suoi amici Sarah e Secco non avrebbero mai voluto fare. L’Armadillo, che rappresenta la sua coscienza, è lì a ricordargli, con la voce di Valerio Mastandrea, il motivo di quel viaggio.

Strappare lungo i bordi è prodotta da Movimenti Production in collaborazione con Bao Publishing.

(Mo.Sa.)

News correlate

Tutte le news