ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Cinecittà alla guida del progetto ... | Italy for Movies
Comandante, Favino, De Angelis, Cappellini, cinecittà, taranto, sommergibile, Pierfrancesco Favino, Apulia, Film Commission, Italy for Movies
Condividi

Cinecittà alla guida del progetto del Cappellini, sommergibile di "Comandante"

21-11-2022

Si stanno svolgendo in questi giorni, e proseguiranno per 8 settimane tra Taranto e Roma, le riprese di Comandante, film di Edoardo De Angelis con Pierfrancesco Favino nel ruolo del comandante Salvatore Todaro, scritto dallo stesso De Angelis e Sandro Veronesi. Tra gli interpreti anche Massimiliano Rossi e Silvia D'Amico.

Ambientazione principale del film è il sommergibile Cappellini della Regia Marina del 1940, che Salvatore Todaro, leggendario eroe dei mari, comanda alla sua maniera: prua rinforzata in acciaio per improbabili speronamenti, colpi di cannone sparati in emersione per affrontare faccia a faccia il nemico e un equipaggio armato di pugnale per impossibili corpo a corpo. Il sommergibile è stato ricostruito in ogni dettaglio utilizzando i progetti – per lo più materiali fotografici – trovati nell'Ufficio Storico della Marina Militare: lungo 73 metri per 70 tonnellate di acciaio, la sua realizzazione, in collaborazione con Cinecittà, ha coinvolto più di 100 professionisti fra ingegneri, costruttori e artigiani. I lavori, iniziati il 23 maggio scorso, sono durati 8 mesi e si sono conclusi a fine ottobre con il varo all’interno del bacino dell’arsenale della Marina Militare.

Finite le riprese, il Cappellini potrebbe trasformarsi in un museo di storia navale con contenuti multimediali.

Il film è anche frutto di un grande lavoro sugli effetti visivi, che sono curati dal celebre Kevin Tod Haug (Fight club, Twilight e Panic Room), mentre il workflow supervisor è il premio Oscar® David Stump (X – MEN, Breaking Bad, Batman Forever). I costumi sono invece affidati a Massimo Cantini Parrini candidato all'Oscar® per Pinocchio e Cyrano.

Comandante racconta una storia universale che, come specifica Edoardo De Angelis, può essere ambientato negli anni Quaranta del secolo scorso come ai tempi della Roma antica: “L’uomo alla guida di una trireme romana duemila anni fa è lo stesso che comanda un sommergibile nel 1940, in Atlantico, in piena guerra. Quell’uomo si chiama Salvatore ed è forte. Affonda il ferro delle navi nemiche senza paura e senza pietà. Ma il nemico inerme non è più nemico, è solo un altro uomo e allora lo salva. Perché l’essere umano davvero forte è quello capace di tendere la mano al debole. Salvatore conosce le leggi eterne che governano il cielo e il mare e sa che sono superiori a qualunque altra legge. Salvatore è nato duemila anni fa: è un italiano”.

Il film è una produzione Indigo Film con Rai Cinema, O'Groove, Tramp LTD, VGroove e Wise. Prodotto da Pierpaolo Verga, Nicola Giuliano, Attilio De Razza, Edoardo De Angelis in collaborazione con Marina Militare, Cinecittà e Fincantieri, in coproduzione con Beside Productions.

Film realizzato con il supporto del Programma Europa Creativa - MEDIA dell'Unione Europea e della Direzione Generale Cinema e audiovisivo del Ministero della Cultura, con il contributo allo sviluppo della Regione Campania, Agenzia Turistica Regionale Puglia Promozione, con la collaborazione dell’Apulia Film Commission. Distribuito da 01 Distribution.

Guarda il backstage qui.

Scheda dei luoghi

(Mo.Sa.)

News correlate

Tutte le news