ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Saturnalia: il videogioco nato con ... | Italy for Movies
saturnalia, Sardegna film commission, Sardegna,  Museo dell’Arte Mineraria di Iglesias, Porto Flavia, Parco archeologico di Santa Cristina, area archeologica Su Nuraxi di Barumini, Su Nuraxi, Barumini, diga del Tirso; Castello di Serravalle, castello dei Malaspina, Museo Casa Deriu di Bosa, Orani, Gavoi

Saturnalia: il videogioco nato con la collaborazione di Sardegna Film Commission

25-10-2022

Sarà disponibile da giovedì 27 ottobre su tutte le console e su pc via Epic Games Store, il nuovo videogioco di Santa Ragione, Saturnalia, un’avventura ispirata alle tradizioni millenarie sarde e ambientata nella notte del 21 dicembre 1989. Durante il solstizio d’inverno, una presenza tenebrosa si aggira nell'immaginario villaggio di Gravoi, colpito da eventi inspiegabili. L’antico borgo sardo, avvolto da un’oscurità arcana e profonda, è un labirinto abitato da misteri legati a leggende popolari, rituali arcaici e segreti sepolti nel passato dell’isola, da cui i protagonisti -profondamente connessi alla storia di Gravoi - devono fuggire per sopravvivere. Un’esperienza dalle atmosfere horror che intreccia i destini dei protagonisti con i temi ancestrali di famiglia, patriarcato e lotta di classe, sullo sfondo dei paesaggi minerari sardi. 

Saturnalia è il frutto del lavoro del team internazionale di Santa Ragione, studio di game design italiano fondato da Pietro Righi Riva e Nicolò Tedeschi, già noto grazie ai successi di Fotonica, MirrorMoon EP e Wheels of Aurelia, realizzato in collaborazione con Big Trouble. Il videogioco, distribuito da Epic Store, è stato sviluppato grazie al supporto del programma Europa Creativa dell'Unione Europea e della Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna. 

La Sardegna Film Commission ha creato il primo fondo location scouting specificatamente declinato per il mondo videoludico, combinando una ricerca di ambientazioni e talenti con gli incontri di approfondimento insieme agli esperti del territorio, a cui hanno fatto seguito interviste e ricerche sul Carnevale barbaricino e sulle tradizioni isolane. Il team di produzione e la videogame expert della film commission, Susanna Tornesello, hanno accompagnato il progetto sin dalle sue prime fasi creative e di sviluppo, favorendo l’incontro con le professionalità delle industrie creative e tecniche dell’Isola e creando le condizioni favorevoli per raccontare, attraverso il linguaggio del videogame, la ricchezza e la complessità del patrimonio culturale sardo.

“È stata un’avventura straordinaria cominciata nel 2018 con un location scouting durante il Carnevale barbaricino e subito la visionarietà di Pietro Righi Riva ci ha colpito - ricorda il Presidente della Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Sardegna Gianluca Aste. - Con il coinvolgimento del nostro team, tra la magia delle rocce del Gennargentu e il fascino del museo delle maschere di Mamoiada hanno preso corpo le figure immaginarie del contemporaneo videoludico, intrecciate anche nel parco geominerario del Sulcis con la storia dei lavoratori sardi e dell’amore per la nostra terra. È stato fondamentale il supporto e sostegno ricevuto dai comuni e dagli enti coinvolti nel progetto. Combinare le professionalità del cinema, della musica e del teatro con l’innovazione tecnologica e la narrazione interattiva è stata una sfida vincente per produttori e comunità. Saturnalia è un piccolo miracolo e siamo certi che sarà un grande veicolo di promozione e attrazione di capitali per la Sardegna in Italia e all’estero.

Tra le location: il Museo dell’Arte Mineraria di Iglesias; Porto Flavia; il Parco archeologico di Santa Cristina; l’area archeologica Su Nuraxi di Barumini; la diga del Tirso; il Castello di Serravalle o dei Malaspina; il Museo Casa Deriu di Bosa; i comuni di Orani e Gavoi.

(Mo.Sa.)

News correlate

Tutte le news