ePrivacy and GPDR Cookie Consent management by TermsFeed Privacy Generator Progetti speciali per il cinema e l... | Italy for Movies
progetti speciali, bando, incentivi, cinema, audiovisivo, Italy for Movies
Condividi

Progetti speciali per il cinema e l'audiovisivo 2022: online il bando da 5 milioni di euro

16-05-2022

È disponibile sul sito della Direzione generale Cinema e audiovisivo del MiC  l'Avviso per la concessione di contributi a progetti speciali per il cinema e l'audiovisivo per l'anno 2022.

Le domande potranno essere presentate tramite la piattaforma informatica DGCOL dalle ore 12.00 del 17 maggio alle ore 23.59 del 7 giugno 2022.

Il bando, con una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro, è dedicato a iniziative o progetti, a carattere annuale o triennale, di particolare rilevanza nazionale ed internazionale e con forte vocazione culturale, sociale e/o economica nel campo cinematografico e audiovisivo. 

In particolare, i progetti ammissibili a contributo rientrano nelle seguenti tipologie:

  1. attività caratterizzate da commistione fra arte cinematografica e audiovisiva e altre espressioni dell’arte, della tecnologia, della creatività e del patrimonio storico-artistico ovvero della società civile;
  2. attività che applichino l’innovazione tecnologica all’audiovisivo, quali ad esempio la realtà virtuale, la realtà aumentata, i videogame, la video-arte;
  3. attività di particolare rilevanza aventi finalità di sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva;
  4. attività celebrative di particolari eventi, personaggi o anniversari;
  5. attività straordinarie e di particolare rilevanza che promuovano l’internazionalizzazione del settore e, anche a fini turistici, l’immagine dell’Italia attraverso il cinema e l'audiovisivo;
  6. attività specificamente progettate e realizzate per ridurre o mitigare l’impatto economico, culturale e sociale dell’emergenza Covid-19 sul settore audiovisivo o sulla fruizione di contenuti audiovisivi e culturali;
  7. attività di indagine e studi di settore di rilevanza nazionale.

I progetti per i quali si richiede il contributo devono essere realizzati entro 12 mesi dalla data di pubblicazione dell’elenco dei beneficiari.

Possono partecipare al bando enti pubblici e privati, università ed enti di ricerca, fondazioni, comitati e associazioni culturali e di categoria, imprese.

(Mo.Sa.)